Bitcoin, correlazioni con l’Oro e la borsa valori

Da un recente rapporto della Digital Asset Data è emersa una sempre maggiore correlazione tra l’andamento del bitcoin, l’oro e la borsa valori.  Negli ultimi mesi, infatti, l’andamento l’andamento del bitcoin si è mosso in parallelo con l’oro e si è spostato inversamente verso i movimenti del mercato azionario.

In termini statistici, la correlazione è definita come la tendenza delle attività a muoversi nella stessa direzione in un determinato periodo. 
La correlazione potrebbe non essere statisticamente significativa, ma Digital Asset Data, sostiene che è la prova di una visione in scadenza del bitcoin come riserva di valore insieme all’oro:

“i risultati tendono a segnalare che Bitcoin sta inziando a comportarsi più come una riserva di valore e viene potenzialmente utilizzato come bene rifugio durante l’incertezza globale nei mercati tradizionali”

Ryan Alfred, Presidente di Digital Asset Data

Bitcoin e la sua guerra all’Oro

Il Bitcoin ha l’ambizione di voler essere l’Oro del XXI secolo e promette di raggiungere valori a 5 zeri (100.000€) mentre l’Oro, oggi, è ai suoi massimi (1500€). Una differenza di circa 70x. Mentre l’Oro è comunque un bene materiale, riconosciuto e quindi liberamente scambiabile, Il Bitcoin deve ancora maturare, bisognerà aspettare almeno una generazione (20-25 anni) affinché venga naturalmente riconosciuto…

Se oggi il valore del Bitcoin è di 10.000€ ed ha come obiettivo i 100.000€ nel tempo che abbiamo indicato potremmo ipotizzare una crescita del 40% all’anno circa 4.000€… (ovviamente stiamo parlando di calcoli semplici senza considerare tanti fattori esogeni che invece potrebbero influire sul tempo e sulle percentuali).

Potrebbe anche essere possibile uno scenario in cui Oro e Bitcoin si incontrino verso i 2500-3000€ per poi ancorarsi per un certo periodo, poi inizierà la vera battaglia tra i due asset fino al riconoscimento ufficiale del bitcoin come bene rifugio e quindi inizierà la sua vera corsa verso i massimi.

Gli scenari possibili sono davvero molteplici e nessuno possiede la sfera di cristallo per prevedere il futuro.

Bitcoin, tradare o accumulare?

In questo momento tradare crypto è più rischioso di accumularle, bisogna sempre ricordare che non è consigliabile utilizzare strumenti finanziari che non si padroneggiano a dovere.

Se proprio si è decisi di voler investire in questo settore ricordate di considerarlo un investimento di lungo periodo 10-15 anni… Ad oggi, infatti, conviene tradare ancora l’Oro perché è più accessibile, ancora meglio se fosse Oro fisico e non CFD…

Il periodo d’oro del bitcoin è passato (2015-2018) oggi tradare le crypto è forse meno redditizio che tradare azioni sui mercati non regolamentati (stesso rischio volatilità ma più certezza in quanto il valore è comunque ancorato ad un qualcosa di riconosciuto e reale come un’azienda)…




Rispondi

Questo sito web utilizza i cookie e chiede i utilizzare alcuni tuoi dati personali per migliorare la tua esperienza di navigazione.